Blog: http://lacongregadellaspiga.ilcannocchiale.it

Che fare?



Ch'io possa perdere la mia fama di Nobile, immeritata e tuttavia da voi sodali riconosciuta, se negli ultimi mesi Sofia ha fatto anche un solo passo verso Libertà e io, colpevolmente distratto, non mi sono accorto del suo fluttuare tra le onde. No, Sofia è ferma, ferma davvero stavolta, da troppo tempo, tanto da far nascere in me il dubbio che rimetterla in cammino sia impresa degna di capitani più coraggiosi.
Avevamo un'idea folle e splendida, quando un anno fa ci siamo imbarcati su questa chiatta alla quale tu, Mozzo di Prua, mio sincero amico, hai dato il nome che meritava e il mare cui anelava. Avevamo un obiettivo, una meta, un porto da raggiungere e questo porto si chiamava Libertà e l'obiettivo era salvarci dall'abbruttimento, fuggire la nebbia fitta dell'abitudine ai giorni tutti uguali.
Abbiamo navigato a lungo in questi mesi e spesso Sofia è sembrata in grado non solo di raggiungere Libertà ma di rendere più sopportabile la distanza tra di noi, fratelli non per nascita, ma per scelta e per destino.
E' a questa scelta che dobbiamo fedeltà, a questo destino che non possiamo sottrarci.
Chiudere non possiamo, l'abbiamo detto più volte. Chiudere non vogliamo, aggiungo per parte mia, ma così credo sia anche per voi.
Allora che fare adesso per salvare l'amata Congrega e raggiungere Libertà?Lo chiedo a te Mozzo di Prua, che sei stato la mente che ha pungolato i nostri cuori in sonno; a te Timoniere, che per troppo tempo ci hai lasciato orfani del tuo consiglio; a te Mozzo di Poppa, mia irrinunciabile spalla.
Vi chiedo che fare adesso?
 
Il Capitano

Pubblicato il 21/5/2005 alle 18.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web